Kerning Conference 2019: WOR(L)DS

Kerning Conference 2019 WOR(L)DS Faenza

Kerning Conference 2019 WOR(L)DS: settima edizione della conferenza declinata (quasi) tutta al femminile. Come ogni anno, a Faenza, non delude mai! 🙂


Kerning Conference 2019: girl (power) edition

L’edizione di quest’anno – la settima – è stata declinata quasi esclusivamente al femminile, con l’unica “quota azzurra” rappresentata da Sandro Berra della Tipoteca Italiana (@Tipoteca).

Notevoli i nomi e le personalità che si sono avvicendate sul palco (qui l’elenco completo delle/gli speaker) che hanno aperto prospettive e coperto temi  inerenti tipografia e calligrafia trasversali come suggerito dal doppio gioco del titolo wor(l)ds.

Personalmente mi hanno colpito soprattutto due interventi rispettivamente di Laura Meseguer (@laurameseguer) e Sarah Hyndman (@sarahhyndman) – che ritrovate in sintesi di seguito. E ho ovviamente apprezzato il racconto, tra professione e percorso personale, di Astrid Stavro (@astridstavro) e Louise Fili (@louisefili) 🙂

Kerning Conference 2019: intervallo
Kerning Conference 2019: intervallo (con musichetta di sottofondo)

Qandus: per una tipografia translinguistica

Il progetto presentato da Laura Meseguer affronta un tema culturalmente complesso e socialmente innovativo, ovvero, declinare il progetto di una famiglia tipografica integrando tre diverse identità culturali, storiche e alfabetiche.

Il Qandus, infatti, accoglie, interpreta la tradizione calligrafica latina, araba e Tifinagh per rielaborarle in un sistema di caratteri originale, articolato e unitario allo stesso tempo. In particolare come riportato nella descrizione del progetto:

The Qandus multiscript font family is a modern typographic interpretation of the unique Maghribi calligraphic style as handwritten by the renowned Moroccan Sufi calligrapher of the nineteenth century‭, ‬al-Qandusi‭ (‬d‭. ‬1861‭ ‬CE‭).‬ ‬The typeface and its name‭, ‬Qandus‭, ‬are an homage to this calligrapher’s unique body of work and its graphic expressiveness‭. ‬The strong graphic language of the typeface design emphasizes and explores‭ ‬the variety and visual potential of the Maghribi Kufi styles‭, ‬from its simplest to its most expressive manifestations‭.
—Laura Meseguer

 

 

Che sapore ha questo carattere?

Il progetto di ricerca Type Tasting presentato dalla Hyndman si focalizza sul rapporto sinestesico che esiste tra tipografia e la percezione che ne abbiamo a livello visivo e multisensoriale.

Corredato da diversi esperimenti condotti sia in maniera semiformale, sia rigorosa con il contributo di psicologi e ricercatori, Type Tasting esplora l’impatto che le scelte tipografiche e di comunicazione visiva hanno sulle nostre decisioni.
In particolare, i  casi studio si focalizzano sulla capacità della tipografia di incidere sull’idea che ci facciamo del cibo, di cui esplorano sia gli aspetti nutrizionali e salutistici, sia il posizionamento commerciale ed economico.
Le attività di ricerca condotte con le persone e con gli studenti esplorano il rapporto tra le caratteristiche organolettiche come profumo, gusto e colore percepite e la relazione con le scelte tipografico-espressive in una dimensione multimodale e sinestesica dell’esperienza.

 


Per saperne di più